Gravidanza: 41 consigli essenziali

Gravidanza: 41 consigli essenziali

Aspettare un bambino è una cosa meravigliosa, ma sin da subito assalgono molti dubbi: starò facendo la cosa giusta? Questo o quello lo posso mangiare? Quali medicinali posso prendere e quali no?
La tua salute in questo periodo è davvero importante. E non solo la tua, ma sei soprattutto responsabile della salute del tuo bambino!

Ecco, dunque, 41 consigli davvero utili per affrontare con serenità la tua gravidanza:

1) Non preoccuparti eccessivamente per qualcosa che hai fatto prima di sapere che aspettavi un bambino. Le linee guida su cosa è giusto o sbagliato, cambiano di anno in anno.
2) Ogni mese fai tutti i controlli che ti indica il medico o il tuo ginecologo. Di norma sono: esami del sangue e delle urine e controllo della pressione. Questi controlli aiutano ad individuare malattie che potrebbero rilevarsi pericolose, come il diabete, l’anemia e la preeclampsia.
3) Inizia sin da subito ad esercitare i muscoli del pavimento pelvico: rafforzandoli ti aiuteranno ad evitare imbarazzanti perdite di pipì, sia prima, che dopo il parto. Contrai e rilascia lentamente, per almeno 10 volte consecutive i muscoli che utilizzi per fare pipì. Successivamente ripeti questa serie di 10, però velocemente.
4) Fin dal primo trimestre di gravidanza, evita i reggiseni imbottiti o quelli con il ferretto, che potrebbero comportare dolore ai dotti mammari e farli gonfiare. Quindi dedicati un po’ allo shopping per te stessa e acquista un reggiseno specifico per gestanti.
5) Ricorda di assumere ogni giorno, per tutta la durata della gravidanza, 400 mcg di Acido Folico. La Folacina (o acido folico) è importante assumerla soprattutto nelle prime 12 settimane, poiché riduce sensibilmente i difetti al tubo neurale, come la spina bifida.
6) La cintura di sicurezza può salvarti la vita in macchina. Per evitare, però, che una frenata improvvisa possa nuocere al bambino, posiziona la cintura diagonale sopra al pancione, mentre la parte inferiore dovrà essere posta sopra la parte superiore delle tue cosce.
7) Mangia molta frutta e verdura: sono essenziali per il tuo benessere e per lo sviluppo del tuo bambino. Al mattino aggiungi della frutta fresca ai cereali, come mela, banana o uva, oppure bevi un bicchiere di succo di frutta.
8) Elimina dalla tua dieta: formaggi morbidi o con venature bluastre, i patè (inclusi quelli di verdura) e le insalate già pronte. Questi alimenti potrebbero essere fonte di listeria, un batterio che, seppur raramente, provoca aborto o morte del piccolo al momento del parto.
9) Ogni giorno a stomaco pieno, assumi le vitamine prescritte dal tuo medico con un succo di arancia. La vitamina C favorisce l’assorbimento del ferro, riducendo il rischio di anemia.
10) Evita in modo assoluto le uova poco cotte. L’uovo poco cotto o crudo, infatti, potrebbe contenere la salmonella responsabile di malattie. Lo stesso vale per maionese e le salse a base di uova fatte in casa. Diversamente, quelle confezionate sono assolutamente sicure.
11) Un bicchiere di latte prima di andare a letto aiuta a prevenire i crampi alle gambe, dovuti spesso a carenza di calcio.
12) Evita il consumo di fegato e comunque degli alimenti ricchi di vitamina A. Studi hanno messo in relazione la vitamina A, assunta in grande quantità, con i difetti della nascita (a meno che non si tratti di betacarotene presente nelle carote). Controlla anche i cosmetici che utilizzi, se contengono vitamina A (nota anche come retinolo). Anche se il rischio che possa nuocere al tuo bambino è minimo, meglio essere prudenti.
13) I pesci grassi come tonno e salmone, sono essenziali per lo sviluppo del cervello del tuo bambino, tuttavia è bene non superare le due porzioni alla settimana (1 porzione = 140g), in quanto possono contenere mercurio, il quale, assunto in grandi quantità, è stato messo in relazione con il travaglio prematuro. Evita il pescespada.
14) Riduci il consumo di caffeina. Non bisognerebbe superare i 300 mg di caffeina al giorno, poiché un consumo maggiore potrebbe far nascere il piccolo sottopeso. Inoltre, caffè, tè e bevande gassate stimolano i reni a produrre una maggiore quantità di urina. Ecco come calcolare il tuo consumo quotidiano di caffeina:

1 tazzina di caffè solubile 100mg
1 tazzina di caffè espresso 150mg
1 tazza di tè 50mg
1 lattina di cola 40mg
50g di cioccolato fondente 50mg
50g di cioccolato al latte 25mg

15) Mangia almeno quattro mele alla settimana! Il vecchio detto “una mela al giorno leva il medico di torno”, sembra proprio funzionare! Un recente studio ha, infatti, dimostrato che le mamme in gravidanza, che assumono almeno quattro mele alla settimana, hanno la metà delle probabilità che il piccolo possa soffrire d’asma.
16) Bevi un bicchiere al giorno di succo di mirtillo, per prevenire le infezioni delle vie urinarie.
17) I grassi Omega-3 sono importantissimi per lo sviluppo del sistema nervoso del tuo bambino. Incrementali ogni giorno coni semi e con l’olio di lino. Aggiungi i semi di lino ai cereali o ai frullati, mentre con l’olio di lino puoi condire l’insalata.
18) Assicurati di assumere regolarmente vitamina D, fondamentale per lo sviluppo delle ossa del tuo bambino. Il sole è certamente importantissimo a questo scopo, poiché stimola naturalmente la produzione di vitamina D nel corpo. Quindi cerca di uscire ogni giorno per fare una passeggiata.
19) Preferisci alimenti integrali, come pane, riso e pasta. Oltre a darti energia più a lungo, aiutano ad aumentare poco di peso e proteggono dalla stitichezza.
20) Evita gli alcolici: un consumo eccessivo di alcol può provocare gravi anomalie allo sviluppo del bambino.
21) Per prevenire la Candida, prova ad assumere i supplementi probiotici (il Lactobacillus Acidophilus o il bifidus Acidophilus), che favoriscono l’aumento dei “batteri amici” nell’organismo.
22) La notte dormi con la finestra aperta: l’aria fresca aiuta a respirare meglio. Le donne in gravidanza, infatti, sudano molto più del normale, a causa della maggiore quantità di liquidi presenti nel corpo, che a loro volta causano il restringimento dei passaggi nasali.
23) Se decidi di fare un viaggio in aereo, domanda un posto laterale e fai modo di sgranchirti le gambe per almeno 15 minuti ogni ora (è sufficiente allungare le gambe stando sul posto). In gravidanza c’è un rischio più elevato di trombosi venosa profonda, per questo è importante muoversi molto quando si viaggia in aereo.
24) Per alleviare i dolori per i crampi alle gambe, stringi con fermezza per qualche istante la parte di pelle tra le tue narici. In agopuntura quello è il punto che mette in relazione il flusso di sangue e i crampi, che premuto dovrebbe aiutare a far cessare lo spasmo.
25) Evita di accavallare le gambe: questo potrebbe aumentare la probabilità che tu soffra di vene varicose. Molto meglio se tieni sollevati piedi e gambe quando ti siedi.
26) Piedi gonfi? Per farli sgonfiare, fai rotolare tra loro una bottiglia di plastica da 2 litri piena di acqua ghiacciata. E’ rinfrescante e aiuta la circolazione.
27) Nausee? Aggiungi un cucchiaio da tavola di zenzero tritato, un cucchiaino da tavola di miele e il succo di mezzo limone in una tazza con acqua bollente.
28) Se la nausea si aggrava a causa degli odori troppo forti, preferisci le pietanze fredde a quelle calde. I cibi caldi, infatti, tendono ad avere un odore più pungente.
29) Per il bruciore di stomaco, prova a bere un bicchiere di latte freddo. Aiuta a rilassare lo stomaco ed è tutta salute!
30) Stitichezza? E’ un problema molto comune in gravidanza. Aumenta l’assunzione di fibre e di acqua nella tua dieta. Anche le prugne e gli yogurt sono ottimi per risolvere questo problema.
31) Mal di testa? Ecco alcuni vecchi rimedi: panno inumidito caldo, da mettere sugli occhi per il dolore causato dalla sinusite, oppure un panno freddo da porre alla base del collo, per alleviare il mal di testa da tensione.
32) Insonnia? Metti qualche goccia di olio di lavanda sul tuo cuscino, ti concilierà il sonno.
33) Mal di schiena? Evita le scarpe col tacco alto, preferendo scarpe comode e col tacco basso. Inoltre è meglio utilizzare uno zainetto, anziché la borsa.
34) Il nuoto è importante anche in gravidanza: oltre a tonificare, aiuta a togliere peso dalla schiena e dai piedi.
35) Anche camminare è fondamentale in gravidanza: è un’attività fisica a basso impatto, che permette di bruciare grassi ed è praticabile sino al momento del parto. Cerca di passeggiare almeno mezz’ora al giorno, trattenendo gli addominali, spalle indietro e testa alta.
36) Studi dimostrano che se la donna vive una situazione di stress in gravidanza, è fortemente probabile che possa avere un figlio con difficoltà comportamentali, compresa l’ansia e l’iperattività. Concediti dunque, un massaggio rilassante alla schiena (magari domando al tuo compagno di fartelo). Inoltre, ritagliati ogni giorno cinque minuti per te stessa: respira profondamente ed entra in contatto con il tuo bambino. Per alleviare la tensione corporea e lo stress, strofina leggermente la parte interna del pollice e dell’indice. Sembra che il detto “mamma felice, bebè felice” sia proprio vero!
37) Molte donne in gravidanza soffrono di pressione del sangue alta. Per abbassare la pressione del sangue, puoi provare un rilassante massaggio di aroma terapia a base di oli essenziali di lavanda, ylang ylang e maggiorana. Prima di eseguire il massaggio, però, devi sempre diluire gli oli essenziali con un olio di base, come l’olio di germe di grano. Assicurati che l’olio che intendi utilizzare sia assolutamente sicuro in gravidanza, poiché alcuni non lo sono. Chiedi pertanto consiglio al tuo medico.
38) Utilizza sempre una crema idratante contenente un filtro solare: in gravidanza è facile che compaiano chiazze scure sul viso, che peggiorano con l’esposizione al sole.
39) In gravidanza è molto importante curare l’igiene dentale. Fai visite regolari dal dentista, poiché i problemi gengivali sono collegati con il travaglio prematuro.
40) Attenzione ai farmaci da banco! Possono esporre il tuo bimbo al rischio di avere gravi problemi comportamentali e difficoltà respiratorie. L’unico analgesico sicuro è il paracetamolo.
41) Il sonno è un’ottima cura per tutte le malattie, dallo stress al mal di testa, alla nausea. Quindi se puoi concederti un riposino di 40 minuti, non esitare neanche per un attimo.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial